Come risolvere il bug dei sensori di Android 10 causato da una partizione persistente danneggiata


I sensori hanno smesso di funzionare sul tuo dispositivo dopo l’aggiornamento ad Android 10? Questo è un problema noto causato da una partizione “Persistere” danneggiata che porta a sensori non funzionanti. In questo post, discuteremo di cos’è questo problema, la sua causa e, infine, ti guideremo su come correggere il bug dei sensori Android 10 su dispositivi su dispositivi come Google Pixel, Xiaomi Mi A3, ecc.

Il bug dei sensori

Il problema è che dopo l’aggiornamento di Android 10, gli utenti hanno notato che i sensori sul dispositivo hanno smesso di funzionare. Ciò significa che tutte le funzionalità che utilizzano i sensori come luminosità automatica, rotazione automatica, doppio tocco per riattivare, display Ambient/Always-On, sensori di prossimità, ecc. hanno anche smesso di funzionare. Questo ha sicuramente un impatto molto grande sull’utilizzo del dispositivo.

Questo problema è stato segnalato per la prima volta l’anno scorso dagli utenti di Google Pixel sui forum XDA ed è stato anche registrato nel tracker ufficiale dei problemi di Google . È stato anche coperto da pubblicazioni note come 9to5Google , Android Authority , ecc. E lo stesso bug è stato nuovamente portato alla luce dagli utenti delle serie Xiaomi Mi A3 e Mi A2 dopo l’aggiornamento di Android 10. I rapporti sono stati pubblicati su diversi thread nella comunità Mi , così come in XDA .

Questo bug sembra interessare in modo casuale i dispositivi, quindi non importa se hai aggiornato over-the-air, eseguendo il sideload dell’aggiornamento o lampeggiando l’immagine di fabbrica (o la ROM di avvio rapido).

Cosa lo causa?

Quindi, cosa causa il problema in primo luogo? Secondo un’email inviata da Google, il problema è causato da alcuni nuovi controlli introdotti da Qualcomm in Android 10 (Q) che impediscono il funzionamento dei sensori se vengono rilevati file di calibrazione corrotti. Questa email è stata ricevuta dal membro senior di XDA nikhilnangia , la stessa persona che ha fornito a noi e agli utenti interessati una possibile soluzione.

Ma non è tutto. Si sospetta inoltre che il bug dei sensori sia causato dal ripristino TWRP che danneggia la partizionePersistere” .

Secondo il membro di XDA nikhilnangia: ” TWRP utilizza la partizione /persist per archiviare i registri e le cache possono causare gravi problemi. In sostanza, questa partizione ha una dimensione di soli 40 MB e i registri (per coloro che effettuano backup nandroid, in particolare) possono essere più grandi di 20 MB, danneggiando così i file di calibrazione e configurazione di fabbrica sui telefoni Pixel. Il suggerimento sarebbe di non scrivere affatto su questa partizione, se possibile, o di mettere un segno di spunta per cancellare i file di registro se superano una certa data o dimensione. ”

Uno degli sviluppatori principali di TWRP, bigbiff, ha riconosciuto il problema e ha già inserito le patch richieste nel codice sorgente di TWRP. Aggiornamento : la patch è stata unita alla produzione. A partire da TWRP 3.5 , il ripristino non memorizza più alcun registro o file di cache all’interno della /persistpartizione.

Anche se non hai TWRP installato sul tuo telefono in questo momento, ma se lo avevi in ​​precedenza e lo utilizzavi su Android Pie, potrebbe aver già causato il danno corrompendo i dati di calibrazione del sensore memorizzati nella partizione “Persistere”.

 

Possibili correzioni

Secondo diversi utenti che sono stati interessati da questo problema, il downgrade ad Android Pie consente ai sensori di funzionare normalmente. Tuttavia, questa non è una soluzione adeguata poiché i dati di calibrazione sulla partizione di persistenza saranno comunque danneggiati. Android Pie semplicemente ignora i dati danneggiati, il che significa anche che alcuni sensori potrebbero non funzionare ancora in modo efficace. Questo certamente sfida anche lo scopo di mantenere aggiornato il software del telefono. Alla fine, se alla fine esegui nuovamente l’aggiornamento ad Android 10, il problema sarà ancora presente.

Alcuni utenti hanno anche provato a eseguire nuovamente il flashing della partizione di persistenza dal dispositivo di qualcun altro. Anche se questo potrebbe risolvere il problema, ma significherà anche che finirai per perdere i dati di calibrazione di fabbrica unici del tuo dispositivo come audio, fotocamera e configurazioni del sensore. Questo dovrebbe essere considerato come l’ultima risorsa se nulla funziona .

Quindi, esiste un modo effettivo per correggere questo bug del sensore su Android 10? Sì, leggi le istruzioni prima.

 

Istruzioni per correggere il bug dei sensori di Android 10

Se il tuo telefono è rootato, puoi eliminare manualmente la cache e i registri creati da TWRP all’interno della partizione di persistenza che ha causato il danneggiamento e dovrebbe essere la causa principale del problema. Questo, seguito da alcuni passaggi aggiuntivi, ti consentirà di riparare i sensori sul tuo dispositivo con Android 10.

Queste istruzioni non sono limitate solo ai telefoni Google Pixel o Xiaomi Mi A3, ma supportano anche qualsiasi dispositivo affetto dal bug del sensore su Android 10.

Abbiamo suddiviso le istruzioni in cinque passaggi principali per aiutarti a comprendere l’intero processo.

 

Passaggio 1: eseguire il root del dispositivo su Android 10

Il primo passaggio del processo è eseguire il root del tuo dispositivo su Android 10. Avrai bisogno dei permessi di root per eseguire il backup della partizione di persistenza originale del tuo dispositivo, nonché per eliminare la cache TWRP e i file di registro come mostrato nei passaggi successivi. Se è già rootato, puoi saltare questo passaggio e passare a quello successivo.

Di seguito sono riportate le guide al rooting per alcuni dei dispositivi noti per essere interessati da questo problema. Se la guida per il tuo particolare dispositivo non è elencata, puoi cercarla sul nostro sito Web o sul forum XDA-Developers.

  • Pixel 3 e Pixel 3 XL
  • Pixel 3a e Pixel 3a XL
  • Pixel 2 e Pixel 2 XL
  • Xiaomi Mi A3
  • Xiaomi Mi A2 e A2 Lite

In alternativa, se si dispone di una copia dell’immagine di avvio stock del firmware installata sul telefono, è possibile eseguire il root utilizzando il metodo Magisk Patched Boot Image. Le istruzioni per lo stesso possono essere trovate qui .

Passaggio 2: eseguire il backup della partizione di persistenza originale

Ora, il secondo passaggio è eseguire il backup della partizione persistente originale del dispositivo. Poiché nel passaggio successivo apporterai modifiche a detta partizione, è una buona idea eseguire il backup della partizione originale come fallback se qualcosa va storto.

  1. Per fare ciò, innanzitutto scarica e installa un emulatore di terminale sul tuo dispositivo Android. Puoi usare chiunque, ma ti consigliamo ‘ Termux ‘. Una volta installata l’app, avviala dal cassetto delle app.
  2. Ora, inserisci il seguente comando Termux: suo
  3. Seleziona “Concedi” quando ti viene chiesto di concedere i permessi di superutente (root) a Termux.
  4. Quindi, inserisci il seguente comando per eseguire il backup della partizione Persist del tuo dispositivo:
    dd if=/dev/block/by-name/persist of=/sdcard/persist.img

La partizione di backup ( persist.img) verrà archiviata nella radice della memoria interna del dispositivo. Copia il file sul tuo computer e tienilo al sicuro.

Passaggio 3: eliminare la cache e i file di registro di TWRP dalla partizione persistente

In questo passaggio, devi eliminare la cache e i file di registro creati da TWRP che hanno portato alla corruzione dei dati di calibrazione del sensore nella partizione ‘Persistere’.

Per eliminare questi file, scarica e installa un’applicazione Root File Manager sul tuo dispositivo. Useremo Solid Explorer per dimostrare, ma è possibile scaricare e utilizzare chiunque.

Una volta installato, vai al cassetto delle app e avvia l’app Solid Explorer. Quindi premi l’icona del menu in alto a sinistra e seleziona “Root”. Dopo averlo fatto, l’app ti chiederà di concedere i permessi di root, quindi seleziona “CONCEDI”.

Quindi, vai su “mnt” > “vendor” > “persiste” dalla directory principale ed elimina completamente la cartella ‘cache’. Per fare ciò in Solid Explorer, premere a lungo la cartella “cache”, toccare l’icona del cestino nella scheda in basso e selezionare “Elimina”.

Con la cartella eliminata, ora vai al passaggio successivo.

 

Passaggio 4: Flash Android Pie Factory Image/Fastboot ROM

Ora devi eseguire il flashing di Android Pie sul tuo dispositivo. Secondo diversi utenti che hanno eseguito questo metodo, questo è il passaggio che risolverà i dati di calibrazione danneggiati nella partizione “persistente”. E non preoccuparti, questo downgrade da Android 10 ad Android Pie è temporaneo.

A seconda del dispositivo OEM che utilizzi, il metodo di flashing di Android Pie sarà diverso. Poiché nel nostro caso d’uso abbiamo principalmente preso solo dispositivi Google Pixel e Xiaomi Android One, discuteremo solo dei metodi per loro. Se disponi di un dispositivo diverso, ti suggeriamo di cercare nel database del nostro sito Web la guida specifica per il tuo dispositivo o di visitare i forum XDA-Developer.

  • Utenti di Google Pixel: scarica l’immagine di fabbrica di Android Pie da questa pagina e segui le istruzioni fornite nella stessa pagina su come eseguirne il flashing. Per evitare che i tuoi dati vengano cancellati, modifica lo script flash e rimuovi il flag ‘-w’ da esso.
  • Utenti Xiaomi Mi A3: Scarica la ROM fastboot Android Pie da qui e segui le istruzioni fornite. Per evitare che i tuoi dati vengano cancellati, usa solo ‘flash_all_eccetto_storage.bat’.

Passaggio 5: eseguire nuovamente il flashing dell’immagine di fabbrica di Android 10/ROM Fastboot

Ora, l’ultimo passaggio è eseguire il reflash e aggiornare il tuo dispositivo ad Android 10. Questo può essere fatto nello stesso modo mostrato nel passaggio precedente, ovvero, eseguendo il flashing dell’immagine di fabbrica di Android 10/ROM di avvio rapido sul dispositivo corrispondente.

Dopo aver eseguito il flashing di Android 10, riavvia il dispositivo nel sistema operativo e controlla se i sensori hanno ripreso a funzionare. Molti utenti Pixel interessati da questo problema nel thread XDA ufficiale hanno confermato che questo metodo funziona. Diversi utenti Xiaomi Mi A3 hanno anche riparato con successo i sensori sui propri dispositivi seguendo lo stesso metodo.

Hai riscontrato questo problema su altri dispositivi oltre a quelli elencati in questo post? In tal caso, hai provato le istruzioni fornite sopra per correggere il bug dei sensori? Ha funzionato? Fateci sapere il nome e il modello del vostro dispositivo.

foodinjapan.org
leavemonitor.com
bhservers.com.br
olymptradestrategy.com
scandinavia.life
xreart.com
mytravelguide.co
Cnc3ds
1001beach
Foxiepass
reviewsangel
betflik24
acol

activingo

This is lucky88 for you.